Cielo, un astronauta!


astronauti.jpg

Una storia che dimostra, nel suo piccolo, che “niente è come sembra”, a volte. Qualche giorno fa mi capitò di imbattermi in alcuni strani video su youtube, non ricordo esattamente come è stato, un link segue l’altro. Non sai mai che cosa puoi trovare. C’era un gioco che facevo da piccolo. Prendevo un volume della GE20 a caso, da una parola saltavo a un’altra, leggevo le definizioni, eccetera. Eccetera. Ieri su Google News leggo che è stato scoperto un sistema solare analogo al nostro a distanza di 5000 anni luce dalla Terra, nella nostra galassia. Non sono mai stato scettico a riguardo dell’esistenza di altre forme di vita. Però. Un po’ come i batteri. Immaginate che la Galassia Centrale sia come una guazza, una pozza putrida piena di batteri. Ebbene, è inevitabile che i batteri si sviluppino un po’ dappertutto. Poi seguendo alcuni link che cosa ti trovo, qualcosa che non mi aspettavo. Ero abituato ai capolavori della fabbrica di Giuseppe Zimbalo scolpiti sulla facciata dei Celestini a Lecce, ma questa mi mancava. L’immagine che vedete raffigurata sulla sinistra è il famoso astronauta scolpito tra le figure della Cattedrale di Salamanca. Ho provato a dirmi che non sembra plausibile. Del tipo: uno se è abbastanza visionario può immaginare qualsiasi cosa, l’importante è essere visionari. Chiunque, anche tu, avresti pensato che nel XVI secolo un’astronauta del secolo scorso è rimasto impigliato nelle maglie del tempo. Un po’ come si diceva di Nostradamus, un uomo che a detta di molti esegeti aveva costruito una sorta di ‘radio’ capace di captare l’audio delle nostre trasmissioni radiofoniche e televisive. Il profetico Nostradamus altro non avrebbe fatto se non trascrivere a modo suo ciò che ascoltava. Visioni che durano cinque, intensi, minuti. Durante i restauri avvenuti nel corso degli anni ottanta i restauratori decisero di sopperire alla mancanza di alcune immagini scolpendo ex novo alcuni simboli del loro tempo attuale. Evoluzione = Progresso = Ricerca scientifica = Conquista dello spazio = Astronauta. Ecco il perché di questa immagine scolpita. “Niente è reale”.

About these ads

One thought on “Cielo, un astronauta!

  1. “La stella è leggermente più piccola, oscura e debole del sole e i pianeti hanno una massa inferiore, ma orbitano alla stessa distanza dei giganti gassosi del nostro sistema solare.”

    iiii….hanno trovato la galassia del Piccolo principe!
    ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...