Mi chiamo Silvio. Lo sanno tutti.


silvioMi chiamo Silvio. Lo sanno tutti. Mi conoscono tutti. Sono socievole e intraprendente. Non sono un santo, quello no. Lo sanno tutti. Non sono nemmeno un politico. Cioè, non voglio dire che io non abbia idee politiche che mi frullino per la testa, né tanto meno che non abbia la possibilità di attuarle. Nello specifico, adesso, faccio il premier. Non sono un premier. Lo sanno tutti. Ho idee che vanno dalla risoluzione dei problemi economici del nostro paese, dell’azzeramento del debito pubblico, e arrivano alla risoluzione della fame del mondo, passando per lo scioglimento dei blocchi Est-Ovest e la sistemazione delle camere da letto nei residence estivi. Ne ho di idee. E non sono un ladro. Malgrado molti ne siano convinti non sono un ladro. Lo sanno tutti. Sono cose che capitano. Ad esempio adesso c’è quest’idea di diventare presidente della Repubblica. Interessante. È l’unico modo che mi è rimasto per non avere nessun veto alle leggi che vengono proposte dal parlamento. Ho un debole per il potere e per il parlamento, italiano e europeo. Lo sanno tutti. E poi c’è una cosa. Una cosa che non hanno ancora capito. Soprattutto a Sinistra. Altrimenti non avrebbero lasciato che il mio consenso sfiorasse il 68%. Il più alto di tutti i tempi. Sono convinto che nemmeno Gesù durante l’ultima cena avesse un consenso del 68% tra gli apostoli. La cosa che non hanno capito è che più passerà il tempo e più le persone mi daranno ragione. E più mi daranno ragione e più potrò fare quello che mi pare, o meglio, pur non facendo più nulla di grave, niente di ciò che ho fatto desterà scalpore perché ogni cosa oramai ha raggiunto il culmine. Ecco, dovevo dirlo e l’ho detto. Sono Silvio. Mica uno fesso. Anche perché non hanno capito un’altra cosa, ancora più importante. Quando voglio una cosa la prendo. Lo sanno tutti. Purtroppo.

About these ads
Comments
4 Responses to “Mi chiamo Silvio. Lo sanno tutti.”
  1. daniele scrive:

    ieri per tutto il pomeriggio ho scritto una cosa alla terza persona. poi ho deciso di metterla in “prima”. stamattina ho letto la tua: che dire? (forse siamo su lunghezze d’onda simili) incapaci di spiegarLo agli altri – ovvero agli altri non fa più effetto – non ci resta che cercare di raccontarlo? di farlo parlare?
    Un caro saluto

  2. lucianopagano scrive:

    forse è perché Silvio Berlusconi (in capo sua) parla uno a uno a tutti gli italiani, quindi per fare una capriola in avanti si può solo descrivere dal di dentro; eppure non si diceva che l’occhio del ciclone era l’unico punto calmo in cui non succedeva nulla?

  3. maria zimotti scrive:

    ciao Luciano.
    Ti riporto uno stralcio, la parte finale, di un articolo che è uscito oggi su Repubblica segnalato da Bianca Madeccia su Facebook.
    L’articolo è molto più lungo e articolato ma questa chiusura secondo me fotografa la realtà allucinante (possiamo dirlo) che stiamo vivendo.

    Pubblicità più televisione, il medium più potente, sono le armi del dispositivo con cui sempre di più avremo a che fare. Dobbiamo cominciare a fare i conti con il mondo di immagini che ha preso il posto delle realtà, svuotandola, a valutare gli effetti di una tecnica che ci defrauda dell’esperienza e della capacità di prendere posizione, che liquida ogni capacità di distinguere tra realtà e apparenza, che ci obbliga a un’abitudine che ci infantilizza. A ben vedere, pubblicità più televisione è la sola politica che ha in mente Berlusconi tra una cena a Palazzo Grazioli e una notte “a pagamento” a Villa Certosa.

  4. lucianopagano scrive:

    “spegnete i vostri televisori”, un ricco ometto coi capelli bianchi è morto…Quinto potere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: