Categoria: News

Novità: “Santa Croce. Misteri di un libro di pietra”


“Santa Croce. Misteri di un libro di pietra”
(Atalanti, 1)

SantaCroce-Misteri-di-un-libro-di-pietra-Musicaos-EditoreIllustrazioni e testi: Giovanni Matteo
Progetto grafico: Adriana Adamo
Concept: addastudio.it

Per la prima volta, in un’opera illustrata di chiara e efficace lettura, vengono spiegati i misteri di quel libro di pietra, che è la facciata della Basilica di Santa Croce a Lecce.

Un viaggio nella storia, nel tempo, nell’arte, per conoscere misteri e notizie, per ʽleggereʼ uno a uno i simboli e gli elementi che costituiscono il monumento più importante del Barocco leccese.

Illustrazioni e testi originali che ci guidano in un percorso accattivante, offrendoci i particolari o lo sguardo dʼinsieme di una visione che giunge ai giorni nostri, attraverso i secoli, sempre carica di fascino e attrazione.

Chi sono i telamoni? Quanti sono i cherubini, e gli angioletti? Perché sulla facciata sono raffigurati un cavallo e un orso? E gli altri animali e personaggi, cosa stanno a significare? Dalla battaglia di Lepanto alle dinastie e ai regnanti che hanno solcato la terra salentina e la magnifica città di Lecce; gli stemmi, le casate, i messaggi nascosti. Un racconto nel quale è scolpita la storia. Una lettura piacevole, dedicata ai curiosi.

Illustrazioni e testi: Giovanni Matteo
Progetto grafico: Adriana Adamo
Concept: addastudio.it

“Santa Croce. Misteri di un libro di pietra” (Musicaos Editore)
Collana Atalanti, 1, 32 pagine a colori, formato 21×21 cm, isbn 9788899315221, €10

Info:
www.musicaos.it
info@musicaos.it

18 Luglio 2015 – San Foca (Le) – Anna Scarsella ospite del BluFestival con “Il profumo delle rose inglesi”


anna-scarsella-il-profumo-delle-rose-inglesi-musicaos-ed-le-citrine01SABATO 18 LUGLIO 2015 – ORE 21.00

nell’ambito del BLU FESTIVAL

a SAN FOCA (LE)
(Piazzetta dei Pescatori)

si terrà la presentazione del romanzo

“IL PROFUMO DELLE ROSE INGLESI”

di Anna Scarsella.

Dialogherà con l’autrice

Raffaele Polo, scrittore e critico letterario

Sabato 18 Luglio 2015, alle ore 21.00, a San Foca (Piazzetta dei Pescatori), nell’ambito del Blu Festival, si terrà una nuova presentazione del romanzo di Anna Scarsella, “Il profumo delle rose inglesi” edito da Musicaos Editore.

Lo scrittore e critico letterario Raffaele Polo dialogherà con l’autrice, in questo incontro organizzato dall’Assessorato alla Cultura del comune di Melendugno, durante il quale verranno anche letti brani del testo, con musiche e atmosfera a cura di Antonio Persano alla chitarra.

Così scrive Livio Romano, a proposito del romanzo, che prende spunto da luoghi del Salento innestandovi elementi forte suspense: “Chi è questa nuova investigatrice, a quale genere di viaggiatori all’interno del torbido inferno delle passioni umane appartiene la psicanalista Elise? È una donna affascinante e indipendente eppure così magnificamente femminile ed esposta agli smarrimenti d’ogni essere umano anche laddove ardisca a dipanare il ginepraio di bugie, oblii, verità traballanti dentro al quale suo malgrado s’è imbattuta.

Ha tutte le caratteristiche, Elise, insomma, perché i lettori se ne innamorino, ne fantastichino le fattezze, se la figurino all’azione in quello strenuo sforzo di dominare il personale timor panico e di lacerare la cortina di mistero che ha improvvisamente avvolto le sue giornate. In questo noir scritto con piglio sicuro e controllato,

Anna Scarsella ci sorprende per la ricchezza e la varietà della folla, cospirante e insieme disperatamente bisognosa di aiuto, la quale nugola attorno all’irresistibile protagonista. Tratteggiati con sapiente sottrazione, e proprio per questo assai vividi, agiscono inoltre i due uomini più importanti di Elise, uno molto vicino alla Nostra e l’altro, il dispensatore del profumo balsamico del titolo del romanzo, posto in una lontananza catartica. È facile già presagire la psicanalista e i suoi due angeli custodi alle prese con un nuovo sapido intrigo da sgarbugliare nella città immaginaria di Malecuti.”

Anna Scarsella, vive e lavora come insegnante di storia e filosofia in un liceo di Lecce, città nella quale è nata. È appassionata di storia contemporanea e psicologia. Ha tradotto e pubblicato per la casa editrice Milella di Lecce un saggio del filosofo scozzese Lord Kames dal titolo “Discorso Preliminare sull’Origine degli Uomini e delle Lingue”. “Il profumo delle rose inglesi” è il suo primo romanzo.

Info:
http://www.musicaos.it
info@musicaos.it

13 Luglio 2015 – Oria (Br) – Musicaos Editore a “De Libris Liberis”, presentazione con Francesco De Giorgi


ilpozzoelarancio-delibrisliberisLunedì 13 Luglio 2015 dalle ore 19.30 a ORIA (BR)

presso Giardino di San Francesco (in via Tommaso Martini)

è ospite dell’evento

“DE LIBRIS LIBERIS” festival della microeditoria

a conclusione della rassegna “Un pozzo di cultura”
organizzata dall’Associazione Culturale “Il Pozzo e l’Arancio”

saranno presenti, per Musicaos Editore:

Luciano Pagano, Editore
Francesco De Giorgi, Autore del romanzo “I bassisti muoiono giovani”

§

Lunedì 13 Luglio 2015, alle ore 19.30, presso il “Giardino di San Francesco” a Oria (Br), in via Tommaso Martini, l’Associazione “Il Pozzo e l’Arancio” darà il via a “De Libris Liberis”, un festival della microeditoria che è anche una tavola rotonda, nata per discutere dell’editoria e del suo ruolo nel territorio.

Le “Edizioni de Il Pozzo e l’Arancio”, Fuori Fuoco Edizioni, e Musicaos Editore si alterneranno nel dibattito, presentando la propria esperienza e dialogando ciascuno con uno dei propri autori. Luciano Pagano presenterà Francesco De Giorgi, che con Musicaos Editore ha pubblicato il suo terzo romanzo, dal titolo “I bassisti muoiono giovani”.

Durante la manifestazione gli editori ospiti saranno presenti con le proprie produzioni.

Musicaos Editore ha avviato le sue pubblicazioni di ebook, in formato digitale, nel settembre del 2012. Nel 2014 è stata la volta del ‘passaggio’ al formato cartaceo.
Dall’inizio del 2015, anno nel quale sono stati pubblicati 25 titoli, le opere di Musicaos Editore sono anche distribuite in tutte le librerie, sul territorio nazionale, e in tutti gli store digitali, in formato cartaceo e ebook. Di recente, sulle colonne del Corriere del Mezzogiorno, il giornalista e critico letterario Enzo Mansueto ha definito Musicaos Editore “erede di una delle esperienze culturali on line più significative dell’ultima stagione della letteratura pugliese”.

Nel mese di luglio Musicaos Editore lancerà la collana “Atalanti” nata in collaborazione con addastudio.it, per ospitare progetti editoriali originali dedicati ai momumenti, ai musei, alle arti e ai mestieri, al paesaggio, raccontati in modo nuovo e originale, con attenzione particolare ai curiosi e ai lettori di ogni età.

Info:
www.musicaos.org
info@musicaos.it

11 Luglio 2015 – Francavilla al Mare (Ch) – Giulia Madonna presenta “Amata tela”


11Luglio2015-AmataTela-GiuliaMadonna-Francavillaalmare-YoislandSabato 11 Luglio – Ore 21.30 – Francavilla al Mare (Ch)

presso

“Yo – Island” – yogurteria

(Via Alcione, 137/H)
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Giulia Madonna presenta il suo romanzo

“Amata tela” (musicaos editore)

dialoga con l’autrice: Ilaria Grasso

§

“Una lettura che dovrebbe entrare in ogni biblioteca”
Lorenza Morello – CinqueW News

“Amore, sesso, e arte si mescolano nei luoghi del sogno e del sentimento”
24letture/Il Sole 24 Ore – Emanuela Bellotti

“Non c’è effetto speciale nella scrittura, nello scrivere fluido c’è solo
la potenza semplice e inspiegabile dell’amore della passione, della sua incomunicabilità anche verso se stessi”
Sololibri.net – Paolo Ignazio Marongiu

“In uno stile piano, descrittivo ed elegante, l’autrice
Giulia Madonna narra la storia di un ‘amore perfetto’”
Ivana Tata

Sabato 11 Luglio, alle ore 21.30, nei locali della yogurteria “Yo – Island” di Francavilla Al Mare, in via Alcione 137/H, la scrittrice Giulia Madonna presenterà il suo romanzo “Amata tela”, Ilaria Grasso dialogherà con l’autrice.

Un segreto tenuto nascosto per lunghi anni, una scoperta sconvolgente, un uomo di successo e una donna in carriera, un artista squattrinato ma geniale, autore di un quadro misterioso. Immersa nelle atmosfere di una Trieste nebulosa e di una Venezia dal fascino liquido, si agita l’intrigante storia di Eugenio e Francesca, amanti sanguigni, dolci quanto irascibili. “Amata tela” è un romanzo in cui le vicende dei protagonisti si tingono di passioni travolgenti, in un vortice senza fine che si abbatterà inesorabilmente sulle loro vite. Amore, sesso e arte, si mescolano nei luoghi del sogno e del sentimento. “Amata tela” costruisce un’epica di esperienze umane, tra gioie e paure, attraverso un disegno sapientemente tracciato dalla penna di Giulia Madonna.

L’autrice.
Nata a Pescara il 31 luglio del 1963, dopo la maturità scientifica, Giulia Madonna si è laureata in Architettura presso l’Università “Gabriele D’Annunzio” di Pescara. Ha collaborato con studi tecnici della sua città e presso Istituti Paritari è stata docente di corsi regionali di formazione professionale per “Arredatore d’Interni”. Nel 2011 ha pubblicato il romanzo “La stanza vuota” con cui ha vinto il premio della giuria, nel 2012, al “Cinque terre – Golfo dei poeti” (dove si è anche classificata al terzo posto con un racconto dal titolo “Ossessione”) e il premio della giuria “Val di Vara – Alessandra Marziale”. In seguito ha preso parte a diversi concorsi, riscuotendo un buon successo presso i lettori e aggiudicandosi, con un capitolo, il concorso di “Scrittura Collettiva” per la stesura di un romanzo collettivo, organizzato da 24letture, la pagina letteraria del Sole 24 Ore su Twitter.

GIULIA MADONNA – AMATA TELA
in copertina: Fabio Colella, “Senza Titolo”, 2005, acrilico su tela
fotografia di Renato Colella

Info:
http://www.musicaos.it
info@musicaos.it
Musicaos Editore

5 Luglio 2015 – Guagnano (Le) – “Il pensiero metacreativo”, di Gianluca Conte – Presentazione presso l’Arci Rubik


5Luglio2015-Guagnano-Ilpensierometacreativo-Pagina001Domenica 5 Luglio 2015 – Ore 21.00
presso l’Arci Rubik
a Guagnano (Via Cellino, 5)

Gianluca Conte
presenterà
“Il pensiero metacreativo”

Dialogherà con l’autore
Cristina Cagnazzo

Domenica 5 luglio, alle ore 21.00, presso la sede dell’Arci Rubik (Via Cellino 5, Guagnano) in collaborazione con Itinerari Metacreativi e Musicaos Editore organizza l’incontro con Gianluca Conte, autore de “Il pensiero metacreativo. Nuovi percorsi della mente“, edito da Musicaos Editore, collana Itinerari metacreativi. Dialogherà con l’autore, Cristina Cagnazzo.

Un affascinante percorso alla scoperta di un modo differente di intendere la creatività rispetto alla concezione tradizionale del momento creativo. Una nuova idea che nasce da un modello di pensiero laterale, il pensiero metacreativo, che si pone al di là dell’immaginazione creativa come tendenza alla realizzazione di contenuti inessenziali, per muovere alla riscoperta del pensiero intuitivo, dell’aspetto prelogico del nostro universo/multiverso, delle forme originarie ed elementali della creatività e dell’arte. Un cammino che, stimolando il nostro lato interiore, ci porterà a conoscere una nuova dimensione creativa e a guardare noi stessi e il mondo da altre prospettive. “Quale potrebbe essere il punto d’inizio di un cammino verso la riscoperta del nostro lato intuitivo e metacreativo? A nostro avviso, uno dei primi passi da compiere in tale direzione dovrebbe essere quello di ritrovare (e rinnovare) la nostra relazione con la fantasia. La fantasia può essere interpretata come un’espressione immaginativa che si trova in stretta relazione con il pensiero metacreativo, un pensiero che, attraverso una conoscenza immediata della realtà, è capace di creare nuove forme ideative.”

GIANLUCA CONTE (1972) è nato a Galugnano, nel Salento. Laureato in filosofia, è poeta, scrittore, saggista, operatore culturale. È ideatore e curatore del progetto “Itinerari metacreativi”, di cui Il pensiero metacreativo è la prima pubblicazione. Cura un blog, Linea Carsica. È tra i collaboratori del blog Cammini Filosofici. Da alcuni anni lavora a Madri a Est e Il segno di Caino, studi sulla situazione postbellica in Croazia e in diverse aree balcaniche, nati dai soggiorni e dagli incontri dell’autore in quelle terre; dal materiale di queste esperienze “in progress” sono tratti degli scritti inediti, alcuni dei quali diventati letture sceniche.

“Il pensiero metacreativo. Nuovi percorsi della mente” – Gianluca Conte
pagine 128, isbn 9788899315108, €13, ebook €5,99

Info:
http://itinerarimetacreativi.wordpress.com
http://www.musicaos.org
cell. 3288258358 – info@musicaos.it
Musicaos Editore
ultimi titoli e pubblicazioni http://www.musicaos.it

3 Luglio 2015 – Afragola – La Feltrinelli Village – “In bilico. Storie di animali terrestri”, presentazione con Paolo Merenda e Luigi De Gregorio


3Luglio2015-InBilico-Feltrinelli-Afragola-Pagina001Venedì 3 Luglio 2015 – Ore 19.00
Afragola – La Feltrinelli Village
(Via Santa Maria Nova)

Paolo Merenda e Luigi De Gregorio
presentano

“In bilico. Storie di animali terrestri”
Nuovi racconti italiani

Venerdì 3 Luglio 2015, alle ore 19.00, presso La Feltrinelli Village di Afragola (Via Santa Maria Nova), verrà presentata per la prima volta in Campania “In bilico. Storie di animali terrestri” (Nuovi racconti italiani), la raccolta di racconti edita di recente da Musicaos Editore, editore pugliese con sede nel Salento. Saranno presenti, in occasione di questa ‘prima’, due autori presenti nella raccolta, Paolo Merenda e Luigi De Gregorio. “In bilico. Storie di animali terrestri” contiene dodici racconti inediti, scritti da Paolo Colavero, Gianluca Conte, Luigi De Gregorio, Marco Goi, Belisario Laveneziana, Angela Leucci, Valentina Luberto, Paolo Merenda, Antonio Montefusco, Annarita Pavone, Marina Piconese.

Questi nuovi racconti italiani, scritti da autori nati tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, descrivono la realtà del nostro paese, tra speranze, desideri, tra crisi del lavoro e volontà di cambiamento, in cerca di un nuovo possibile destino.

“In bilico. Storie di animali terrestri”, come recita il titolo della raccolta, offre punti di vista inediti e del tutto imprevisti sul nostro tempo, dal lavoro al precariato, passando per la tematica dell’immigrazione e toccando alcuni episodi della cronaca giudiziaria recente. Un libro che da voce a un nutrito gruppo di narratori meridionali che, per esperienza e vissuto, sono a metà – in bilico appunto – tra le proprie radici e l’aspirazione al cosmopolitismo. Una fotografia veritiera di ciò che è oggi il mettersi a narrare per chi è nato tra gli anni ‘70 e gli anni ‘80.

Il libro può essere ordinato in tutte le librerie, o acquistato online, negli store digitali, in formato cartaceo o ebook.

“In bilico. Storie di animali terrestri”, Musicaos Editore,
€10, pp. 130, ISBN 9788899315016

Info:
http://www.musicaos.org
info@musicaos.it

http://musicaos.org/in-bilico-storie-di-animali-terrestri-fablet-01/

“In bilico. Storie di animali terrestri”, gli autori si raccontano: Luigi De Gregorio


luigi de gregorioLuigi De Gregorio, partenopeo, è Counselor Psicosociale e animatore sociale. “In bilico. Storie di animali terrestri” contiene il suo racconto “Rafting”, che è un percorso visionario e visionarizzante sull’esistenza stessa.

Com’è nata l’idea del racconto “Rafting”?

«L’idea del racconto nasce dall’idea del rafting stesso, di questa disciplina in cui non si cerca di organizzare il corso delle cose: mi è venuta l’insana idea di lasciarmi portare dalle parole e mi sono accorto che tutto quello che uno ricorda di quello che ha studiato va a farsi fregare. Mi piace lasciarmi scorrere, perché più o meno consciamente tendiamo a inserire la realtà in determinati paletti e, secondo me, vivremmo molto meglio se riuscissimo a fare un percorso inverso, dovremmo essere plastici, modellarci a quello che accade. Di solito chi lo fa viene scambiato per ipocrita, ma è più ipocrita chi tradisce il suo istinto.»

Utilizzi nel racconto dei termini tecnici che afferiscono al tuo lavoro: quanto influisce il tuo lavoro nella tua scrittura?

«Moltissimo, lavoro con persone per le quali le nostre parole non hanno senso e devono creare neologismi per raccontare la realtà che a noi è aliena. E questo mi ha insegnato molte cose.»

C’è chi dice che si scrive sempre per qualcuno: cosa ne pensi?

«Io credo si scriva per se stessi. Per quanto mi riguarda la scrittura è una necessità fisiologica che mi appartiene e scrivo per me. Sono una persona molto schiva, al di là dell’avere degli estimatori, mi imbarazza quando mi viene richiesto di scrivere qualcosa. Non riesco ad avere una scadenza quando scrivo, attingo alle mie emozioni che non prescindono tuttavia dagli altri.»

C’è un libro che ti sarebbe piaciuto scrivere?

«“Viverla per raccontarla” di Garcia Marquez. Perché ti racconta, romanzandola, la sua vita. Mi piacerebbe arrivare a scrivere qualcosa del genere.»

Leggi qui le interviste già pubblicate agli autori di “In bilico. Storie di animali terrestri”:

Paolo Colavero, Marco Goi, Annarita Pavone, Marina PiconeseIn-bilico-Storie-di-animali-terrestri-AAVV-Musicaos-Editore-Fablet01, Valentina Luberto, Paolo Merenda

In bilico. Storie di animali terrestri
è disponibile in formato cartaceo, ordinabile in libreria o online, e in formato digitale.

libro: ISBN 978-88-99315-0-16
ebook: ISBN 978-88-99315-0-47