“Le Maschere dell’Ombra”, Mario Matera Frassese, Poesia, 33


“Le Maschere dell’Ombra”, Mario Matera Frassese
(Musicaos, Collana Poesia, 33)

“Il ricordo, chiave di lettura di questa silloge di Matera Frassese […] è il diario dell’esistenza, un’esistenza dai mille volti, sorretta da una forza vitale che, nonostante tutto, costringe il poeta per un istinto al tempo stesso di autoconservazione ed evoluzione, a vivere pienamente, spesso come un fiume in piena, l’avventura della vita […] La poesia di Matera Frassese è uno specchio nel quale non solo l’autore cerca e osserva la propria immagine, la propria ombra e le proprie maschere riflesse, ma chiunque vi può vedere rispecchiate parte delle proprie; nella cornice sfaccettata e incerta della vita, delle sue rigide leggi, del suo mistero profondo e della sua indescrivibile bellezza” scrive così Mauro Ruggiero (Istituto Italiano di Cultura dell’Ambasciata d’Italia in Repubblica Ceca, Praga) nella postfazione che chiude questa raccolta poetica di Mario Matera Frassese (Frasso Telesino, 1948) individuando i nuclei tematici centrali di una silloge che attraverso gli spunti offerti da un vero e proprio “viaggio nelle memorie”, offre al lettore uno spaccato lirico, compiuto, di una delle voci più interessanti e sapientemente appartate della nostra poesia attuale.

Mario Matera Frassese, nasce a Frasso Telesino (BN) il 17 aprile 1948, trasferitosi a Torino con la famiglia nel 1963, si laurea in Materie Letterarie e insegna in diverse scuole torinesi.La difficile esperienza dell’emigrazione lo segna connotando la sua personalità dalle note malinconiche che emergono dalle sue raccolte di poesie Sognando un’utopia (Torino 1988); Labirinto torinese (Torino 1989). Le sue opere vengono premiate in vari concorsi nazionali (Il Centenario, Torino 1988 1° premio assoluto; premio Vittorio G. Rossi, La Spezia, edizioni 1988 e 1989; premio Gino Montefinale, Portovenere 1989 e altri).Ha subìto e vissuto il fascino della vecchia Torino vivendone gli angoli più nascosti e assistendo al suo dissolvimento. E non ha potuto resistere alla seduzione di personaggi e luoghi intrecciati in misteriose e a volte inquietanti storie legate a credenze occulte. Così realtà e spirito in perenne conflitto tormentano una vita che si sgroviglia tra i disinganni quotidiani e le visioni generate dalla decifrazione di antichi e misteriosi testi; e il dissidio tra Anima e Corpo si esaurisce nell’attesa delfinis miseriae.Poi voci e maschere evanescenti nella nebbia torinese, prendono vita e corpo in questi luoghi dove il vento rincorre nelle notti luminose le ombre che sbucano tra gli ulivi secolari protesi come figure oranti verso una luna maestosa e ammiccante, dileguandosi all’improvviso sciabordio della risacca. E appare il mare.

“Le Maschere dell’Ombra”, Mario Matera Frassese
Collana Poesia, 33, formato 127x203mm, €13, isbn 9791280202222
postfazione di Mauro Ruggiero

Musicaos Editore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: