“L’intervista è impossibile”, Stefano Cristante


“L’intervista è impossibile. Dialoghi immaginari con i classici”
di Stefano Cristante
(Musicaos Editore, collana Fablet, 12)

Personaggi nati dalla fantasia di scrittori, vite scaturite da fervide immaginazioni che diventano tangibili, come persone realmente vissute. Persone reali che sono stati capaci di entrare nel mito, al punto da trasfigurarsi oltre la propria esistenza, divenendo leggendari, quasi come personaggi usciti dalla penna di uno scrittore.

Stefano Cristante, ne “L’intervista è impossibile”, incontra Don Chisciotte, Emma Bovary, Amleto, Lemuel Gulliver, Holden Caulfield, Mattia Pascal, Alice (Pleasance Liddell), Il Piccolo Principe, Zeno Cosini, La Monaca di Monza. E dialoga con John Lennon, Zygmunt Bauman, Emily Dickinson, John Reed, Joseph Conrad, Rina Durante, Robert Stevenson, Michel Foucault, Carmelo Bene, Ludwig Van Beethoven, Vittorio Bodini, Don Tonino Bello.

Si tratta di vere e proprie interviste con i personaggi nati sulle pagine di un libro, nelle storie, nei ricordi dei lettori, così vividi da divenire reali, e insieme a esse di dialoghi con chi ha oltrepassato la soglia del reale per divenire leggenda vivente, nel campo dell’arte, del pensiero, della musica, della scrittura, della religione. La letteratura universale incontra la musica, il pensiero si confronta con la poesia, i viaggi inventati e quelli reali si intrecciano in un percorso che dal Regno di Danimarca ci conduce fino al Sud del Sud dei Santi, passando dalle atmosfere fumose della Londra proto-industriale a quelle della solitudine inquieta in una casa di Amherst, da New York alla Normandia, dalla Mancia ad Alessano, da Parigi a Vienna.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Passate un Natale scomodo e pieno di gesti buoni verso gli altri. Non posso augurarvi nulla di meglio” (Don Tonino Bello)

“La mia vita non avrebbe avuto nulla di drammatico se le stesse cose le avessi compiute in un corpo maschile” (Emma Bovary)

“Secondo lei i miei lavori si presterebbero a una trasposizione televisiva?” (Joseph Conrad)

“Mio padre mi voleva ingegnere… divenni invece scrittore” (Robert Louis Stevenson)

Stefano Cristante insegna Sociologia della comunicazione presso l’Università del Salento. Si occupa di sociologia dell’opinione pubblica e di produzione e consumo culturale, in particolare giovanile. È direttore della rivista internazionale «H-ermes, Journal of Communication».

Tra le sue pubblicazioni più recenti: Storia sociale della comunicazione. Dai primordi alle rivoluzioni della modernità (Egea, 2020), L’icona che delira (Mimesis, 2019), L’onda anonima (Meltemi 2018), Società low cost. 2011-2017: gli anni del grande scombussolamento (Mimesis, 2018), Andrea Pazienza e l’arte del fuggiasco. La sovversione della letteratura grafica di un genio del Novecento (Mimesis, 2017).

“L’intervista è impossibile. Dialoghi immaginari con i classici” di Stefano Cristante
pagine 178, formato 12×19 cm, isbn 9791280202017, collana Fablet 12, formato 12×19 cm, in copertina illustrazione di Sebastiano Girardello, prezzo 15 euro

Musicaos Editore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: