In libreria: “E nessuno viene a prendermi” di Simone Cutri


Simone-Cutri-E-nessuno-viene-a-prendermi

È ufficialmente in distribuzione, disponibile per l’ordine e per l’acquisto, sia in libreria che online, nel formato cartaceo e ebook, “E NESSUNO VIENE A PRENDERMI”, il romanzo di Simone Cutri (Musicaos Editore, fablet 04).

§

“E NESSUNO VIENE A PRENDERMI” – Simone Cutri

“Matteo avrebbe vissuto per sempre. Per sempre in quella forma umana, terrena, meravigliosa. Ma Dio non arrivò. Non arrivò nessuno.”

Qual è il grande evento che, nella Torino allucinata di una sera del luglio 2019, a cinquanta anni esatti dallo sbarco dell’uomo sulla Luna, sconvolgerà la vita di Matteo Romano?

La rete di Stato inizia a trasmettere le immagini di un viaggio incredibile. Matteo, in una sola notte, passerà dall’inferno dell’abiezione morale a quello della violenza gratuita, sondando uno dopo l’altro tutti gli abissi di cui un uomo può rendersi complice, in una sorta di percorso al contrario che sembra trovare un punto di equilibrio delirante tra il Kubrick di ‘Eyes Wide Shut’ e ‘Tutto in una notte’ di John Landis.

Quella di Matteo è una corsa disperata attorno al perimetro di una verità circolare, che racchiude l’intimità del suo essere, scagliato contro un mondo dal quale, improvvisamente, miete un raccolto fatto di nulla.

Il romanzo di Simone Cutri è ambientato a Torino, potrete seguire tutti gli spostamenti del protagonista, nei luoghi e nei tragitti narrati nel romanzo, su questa mappa:

https://mapsengine.google.com/map/viewer?hl=it&authuser=0&mid=zPitUgQhwknI.knv7vZWCXr44

Simone Cutri è nato a Moncalieri (TO) nel 1982. Ha una Laurea specialistica in Letteratura, Linguistica e Filologia conseguita presso l’Università degli Studi di Torino. È appassionato della letteratura in prosa di fin de siècle e di inizio ‘900, in special modo di Gabriele D’Annunzio, Italo Svevo, Oscar Wilde, Charles Baudelaire, Joris Karl Huysmans, Franz Kafka, Thomas Mann e Marcel Proust. Ha fondato La Repubblica Estetica. È autore de ‘Gli anni da solo’ – romanzo di antiformazione, la sua opera prima, e di ‘Agosto Oltremare’, raccolta di poesia in prosa.

photo “Ad Aldo Rossi”, di Lorenzo Papadia
www.lorenzopapadia.com

Booktrailer & Estratti su youtube:

https://www.youtube.com/user/musicaosbooks

Rassegna stampa

Gian Paolo Grattarola – Mangialibri

Maria Caterina Prezioso – Satisfiction

Maria Vittoria Masserotti – “Signora dei filtri”

“E NESSUNO VIENE A PRENDERMI”, Simone Cutri
(Musicaos Editore, fablet 04), Pagine 122, isbn 9788899315276, €15

“Jacques Lacan spiegato dai Massimo Volume”, Mimmo Pesare – Prefazione di Emidio Clementi


Mimmo-Pesare-Jaques-Lacan-spiegato-dai-Massimo-Volume-Musicaos-Editore“Jacques Lacan spiegato dai Massimo Volume”, Mimmo Pesare

(prefazione di Emidio Clementi)

Jacques Lacan, psicoanalista e maestro del pensiero del Novecento. Colui che ha rivoluzionato la clinica freudiana, che ha riportato sul fulcro dell’inconscio le leve della psicoanalisi, che l’ha fatta interagire con la filosofia, con l’arte, con la letteratura.

I Massimo Volume, band post-rock, che a partire dall’inizio degli anni Novanta ha disegnato una originale parabola nella musica indipendente italiana, unendo alle raffinate partiture di chitarra, basso e batteria, le liriche recitate del suo song-writer, Emidio Clementi. In questo libretto dal titolo volutamente provocatorio si accostano due nomi apparentemente lontanissimi: quale potrebbe essere il senso di un accostamento a prima vista così azzardato?
La scelta di un gruppo rock accanto al nome di Lacan, per quanto possa fare arricciare il naso ai più ortodossi, è dettata dalla convinzione che i testi delle canzoni dei Massimo Volume possano essere utili a fornire una proposta di lettura della questione lacaniana del soggetto (che rappresenta la questione centrale del libro) almeno quanto lo facciano i riferimenti scientifici più tecnici e la letteratura critica.

I loro protagonisti, non sempre a loro agio, anzi spesso in continua passione e in perenne movimento interiore, sono soggetti allo stesso tempo deboli e titanici, che anche nelle piccolezze della quotidianità gridano il loro diritto a essere creature di linguaggio, parlesseri, direbbe Lacan.

I versi dei Massimo Volume, allora, vengono utilizzati come specialissimi esergo per introdurre, a mo’ di suggestione evocativa, ognuno dei paragrafi dedicati a un aspetto della teoria lacaniana del soggetto. Non un lavoro organico, dunque, ma una sinestesia tra parole.
Del resto, come scriveva Lacan, la parola è l’unico medium della psiche.

Il volume inaugura la Collana “Béance”, Collana del Laboratorio di Studi Lacaniani dell’Università del Salento diretta da Mimmo Pesare che si avvale del Comitato Scientifico composto da Matteo Bonazzi (Università di Milano-Bicocca), Bruno Moroncini (Università di Salerno), Mimmo Pesare (Università del Salento), Rocco Ronchi (Università dell’Aquila).

Mimmo Pesare, Ricercatore all’Università del Salento, è titolare dell’insegnamento di Psicopedagogia dei linguaggi comunicativi presso il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione e Coordinatore del Centro di Ricerca Laboratorio di Studi Lacaniani, del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’uomo.

Tra le sue ultime pubblicazioni scientifiche, la cura del libro Comunicare Lacan. Attualità del pensiero lacaniano per le scienze sociali (con M. Recalcati, M. Fiumanò, B. Moroncini, R. Ronchi et al.; Mimesis, Milano) e le monografie Le metafore della Umbildung (ESE – Unisalento, Lecce), Abitare ed Esistenza. Paideia dello spazio antropologico (Mimesis, Milano); La dimora dei luoghi. Saggi sull’abitare tra filosofia e scienze sociali (Icaro, Lecce).

Libro: “Jacques Lacan spiegato dai Massimo Volume”, Mimmo Pesare, Collana Béance, Musicaos Editore, isbn 9788899315313, pp. 120, €13

Ebook: “Jacques Lacan spiegato dai Massimo Volume”, Mimmo Pesare, Collana Béance,Musicaos Editore, isbn 9788899315320, €3,99

il libro può essere ordinato in tutte le librerie e acquistato sia in formato cartaceo che digitale

MusicaosEditore2016