finzioni_numerozero_cop

Complice forse il successo di diversi libri che hanno come tema principale il libro in sé e la lettura come esperienza fa piacere veder nascere un mensile di “lettura creativa”. Cresce (e non è una novità) l’attenzione nei confronti dei lettori. Non è una scoperta. I lettori ci sono, resistono, sono quanti sono ma restano forti, contro tutte le crisi. Che il piano di Silvio Berlusconi per aumentare le cubature domestiche sia dovuto al suo desiderio di fare in modo che ogni italiano, a casa sua, faccia spazio per una nuova libreria?

Vi consiglio la lettura del numero zero di questa rivista.

È uscito il numero zero di Finzioni, mensile di lettura creativa. Un approccio leggero a contenuti pesanti. Dentro ci sono un padrino (Friederich Durrenmatt) e una citazione del mese spiegata con un libro che non c´entra nulla. Ci sono recensioni su libri italiani, inglesi e graphic novel, una rubrica sui labirinti e una sulla scienza spiegata ai topi da biblioteca. In più c’è una sfida a Proust, qualche esercizio di stile, la posta dei lettori e un racconto inedito che ha vinto un premio molto importante.

È possibile scaricare il pdf del numero 0 a questo indirizzo http://www.finzionimagazine.it/pdf/finzioni0.pdf

Finzioni è anche on line (http://www.finzionimagazine.it), con contenuti inediti, microrecensioni, approfondimenti e la possibilità di iscriversi alla mailing list, per ricevere la rivista tutti i mesi nella propria casella di posta.
Su Facebook, al link http://www.facebook.com/group.php?gid=56009824579
e su aNobii, http://www.anobii.com/groups/01f4d56c546d0ddfd9/