Salento International Film Festival 09. Comune cercasi.


Può sembrare una provocazione il contenuto del primo articolo della newsletter del SIFF09 (Salento International Film Festival) che si terrà, a questo punto è giusto dire (forse) a Tricase, firmato dal direttore artistico Gigi Campanile. Incollo qui sotto. In realtà la provocazione nasconde un quesito sul metodo che può essere trasportato ad altri eventi, come ad esempio il Premio Barocco. La domanda è quanto deve un comune, una terra, in un certo senso un luogo a un evento culturale? Molto spesso ci si dimentica che dietro all’evento ci sono persone, le stesse che fanno parte di un’amministrazione. Entrambi i gruppi dovrebbero seguire l’interesse più ampio di coloro che, sul territorio dell’evento, vivono. Gli amministratori fanno l’interesse degli abitanti, anche di coloro che pur infischiandosene di cinema a loro modo hanno un beneficio economico dalla ricaduta dell’evento sul luogo. Gli organizzatori dell’evento hanno creato una ‘macchina’ che funziona, attira e muove capitali, grazie al luogo favorevole e – ormai – a prescindere dallo stesso. È auspicabile un punto di accordo/raccordo per una realtà che, dati alla mano, non ha nulla da invidiare ad altri Festival. Il Festival che non fa pagare il biglietto all’ingresso adesso chiede il conto. Il Comune è all’altezza?

§

siff09

A poco più di un mese dall’apertura della 6° Edizione del Salento International Film Festival e a nove mesi  dalla prima stesura di un protocollo d’intesa tra il SIFF e la nuova amministrazione comunale di Tricase, tesa a ufficializzare il rapporto  reciproco e a mettere le basi per una crescita futura, ci ritroviamo con un nulla di fatto. Nove mesi d’incontri, discussioni, revisioni e promesse eppur ci ritroviamo a pochi giorni dall’inizio della manifestazione senza un impegno da parte dell’amministrazione per l’edizione del 2009 e/o future.

Questo mi porta a dedurre che la nuova amministrazione non crede nell’evento sufficientemente  da investire nella sua crescita. Voglio portare alla tua attenzione l’impatto dell’evento sul Comune di Tricase e sul territorio sin dalla sua prima edizione: 7500 film iscritti provenienti da 64 paesi diversi, 8 premi oscar partecipanti, 88 registi, 29 produttori, 68 attori, 4720 notti d’albergo, 1826 pasti consumati, 59 premi assegnati, 64 stagisti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

La sola edizione del 2008, pur se realizzata in forma ridotta, ha  comunque visto la partecipazione di 124 ospiti  provenienti da 14 paesi diversi per un totale di 828 pernottamenti nei dieci giorni del film festival (media di 6 pernottamenti su 10gg di festival)  per un valore di €  33.120,00, e di circa  € 49.680,00 in pasti consumati sul territorio a una media di € 30 al giorno. L’impatto economico del Film Festival sul territorio ha generato  un totale di circa € 82.800,00 di solo soggiorno. Senza calcolare gli introiti di altri settori quali bar, shopping e altro. A conclusione, a fronte di un contributo  dell’amministrazione di Tricase di soli € 5.000 nel 2008, posso affermare che il SIFF si conferma una realtà più che positiva per il nostro territorio.

Ho citato fino ad ora solo i numeri dell’evento, ma non dimentichiamo che la natura fondamentale del SIFF è quella “Culturale” ed è mia convinzione e della CineSalento che la partecipazione al festival debba rimanere gratuita e consentire a tutti  la libera fruizione del cinema e della cultura,  motori del progresso e della conoscenza.

Come conseguenza dell’attuale stato d’ incertezza  dell’ amministrazione di Tricase nei confronti del SIFF, ritengo sia giunto il momento di prendere in considerazione proposte di altri Comuni del Salento che intendano ospitare il SIFF e abbiano intenzione di farlo crescere a beneficio della propria comunità già da questa edizione.

Gigi Campanile
Direttore Artistico