corsiadisinistrachiusa.jpgDomanda:
Ciao Luciano sto scrivendo un pezzo sui corsi di scrittura creativa per il Nuovo Quotidiano di Puglia (in puglia in questo periodo ne cominciano un bel po’ organizzati dalle varie associazioni e condotte da scrittori pugliesi e non solo) e sto raccogliendo il parere di un po’ di addetti ai lavori. Quale il tuo punto di vista al riguardo? Frequentare un corso di scrittura creativa affina le tecniche di scrittura? Vale la pena frequentarli per altre ragioni? Oppure ritieni che siano una perdita di tempo? la risposta max 10 righe(600 battute).

Risposta:
“Molti credono che la scrittura sia soltanto appannaggio degli scrittori e dei poeti, non è così, la scrittura infatti, come la comunicazione, è una pratica che ci troviamo ad affrontare in molte situazioni della nostra vita. I corsi di scrittura, non solo creativa, possono essere utili per farci riacquisire alcune pratiche che tendiamo ad abbandonare una volta finita la scuola dell’obbligo ma che, in un’epoca in cui domina l’informazione, dobbiamo recuperare. Altro giudizio meritano i corsi di scrittura creativa, dedicati in particolare a chi desidera intraprendere la scrittura di opere creative. Qui si apre un campo di esplorazione troppo ampio, di fronte al quale, a mio parere, è un buon corso di scrittura quello che delimita il campo di azione, piuttosto che quello dopo aver frequentato il quale ci si sente ‘scrittori’. La buona scrittura non sempre coincide con la buona letteratura (vedi romanzi block-buster o harmony), e, paradossalmente, perfino nella buona letteratura a volte esistono esempi di pessima o non-ottima scrittura.”

Correggendo “non-ottima scrittura” con “non-scrittura” il numero delle battute scende da 889 a 882. Il resto – spero – va bene.