“Dove la terra trema. Rione terra.” Un racconto inedito di Giorgio Moio


“Dove la terra trema. Rione terra.”
Un racconto inedito di Giorgio Moio

giorgiomoio-dovelaterratrema

Il professore Apicella, che va a casa del suo amico, Cesare Capece, per impartirgli lezioni di matematica, forse per il desiderio di rimanere in contatto con un vecchio confidente, sicuramente non per corteggiare la sorella, non ancora sposata. Carla, la sorella di Cesare, che cerca invece di fargli capire – senza troppi infingimenti – che vorrebbe volentieri i suoi baci. Un racconto che si poggia su un pretesto quasi evanescente per dispiegare un mondo, Pozzuoli, con un linguaggio poetico asciutto, sicuramente frutto di una limatura che traduce la realtà per sottrazione.

È lo stesso protagonista del fatto non-fatto, accaduto ancora da accadere, Cesare, a comparire sulla scena in virtù della sua assenza, ci sono la stanza in disordine e un letto sfatto, e un’atmosfera di reticenza e sospensione, fino all’arrivo di un ispettore di polizia. Quel che resta, insieme al sapore della sconfitta, amara, del chiedersi che cosa è accaduto, o cosa accadrà, è una lingua che riesce, in un miscuglio di italiano e puteolano, a presentare visivamente un mondo e un tempo compiuti.

Luciano Pagano

Giorgio Moio – Dove la terra trema – Rione Terra

Giorgio Moio, poeta verbovisuale, scrittore e critico letterario, è nato a Quarto (NA) il 25 maggio 1959. È stato redattore delle riviste «Altri Termini», diretta da Franco Cavallo e «Oltranza», diretta da Ciro Vitiello (di quest’ultima è anche tra i fondatori e suggeritore della denominazione). Dirige la rivista di letteratura «Risvolti», da lui fondata nel 1998 per conto delle Edizioni Riccardi. Per la stessa casa editrice ha curato alcune collane e volumi. Ha progettato e curato le mostre telematiche di poesia visuale Visual Bauli (2002) e Paradossi visuali (2003). Per l’edizione “Terraterra 2003”, organizzata dalla Rete No Global, ha curato la mostra La babele capovolta. Riviste a Napoli da Documento-Sud a Risvolti (dal 1958 ad oggi) presso l’Istituto Professionale Statale “G. Rossini” di Bagnoli-Napoli. Nel 2005 e nel 2009, nell’ambito della 51a e 53a Biennale di Venezia – Arti Visive, ha partecipato ai progetti di poesia Isola Virtuale e Virtual Mercury House, a cura di Caterina Davinio. Suoi testi sono stati letti o discussi in rassegne e festival di poesia, alcuni organizzati o curati dallo stesso. È presente, anche con scritture verbovisuali ed interventi critici, in volumi collettanei, riviste di letteratura, periodici, antologie, cataloghi d’arte, siti web. Dal 1998 ad oggi ha partecipato ad una cinquantina di mostre collettive di poesia visuale, libri oggettuali, libri d’artista e mail art.

Pubblicazioni – Poesia: Scritture d’attesa (Ripostes, 1989); Sabbie mobili (Edizioni Riccardi, 1996); Work in progress (id., 1997); Oltre la soglia del dolore (Gabrieli, 1999); L’uomo dagli occhi rosa, con Carlo Bugli (Edizioni Riccardi, 2000); Un vibrato continuo, con Luciano Caruso (id., 2002); Libro d’artista n. 33, con Luciano Caruso (Morgana Edizioni, 2002); Parodie marine (Ed. Associazione Naz. Socrate, 2003); Con occhio allegorico (comprende anche Parodie marine, Edizioni Riccardi, 2005 – finalista Premio Feronia-Città di Fiano 2006); La fiera degl’inganni (id., 2008). Prosa: La finestra (Edizioni Riccardi, 2004).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...