27 Maggio 2016 – Lecce – Libreria Ergot – Marco Vetrugno presenta “Proiettili di-versi”


Marco-Vetrugno-Proiettili_di-versi-Musicaos-Editore-Poesia-02Venerdì 27 Maggio 2016 – Ore 20.00
LIBRERIA ERGOT
(Lecce – Piazzetta Falconieri 1/b)

“Proiettili di-versi”
di Marco Vetrugno

Presentazione/Letture/Dialogo

con l’autore:
Mauro Marino (FondoVerri/Spagine),
Luciano Pagano (Musicaos Editore)

a seguire concerto dal vivo con:
AR10

Venerdì 27 Maggio, alle ore 20.00, presso i locali della Libreria ERGOT di Lecce (Piazzetta Falconieri 1/b), si terrà la prima presentazione della nuova raccolta di versi di Marco Vetrugno, “Proiettili di-versi”, edita da Musicaos Editore.

Dialogheranno con l’autore, Mauro Marino e Luciano Pagano.
A seguire concerto dal vivo con “AR10” il progetto artistico-cantautorale di Andrea Rizzo.

Ingresso libero

§

“La poesia di Vetrugno è rapidamente e aspramente ritmata, in ottima armonia con il suo discorso robusto e violento, drammatico ed eversivo. Lʼaccusa costante rivolta al male del mondo e alla fatica del vivere è sostenuta da una visionarietà originale e possente”. Tutto questo è “Proiettili di-versi”, per Giorgio Bàrberi Squarotti, uno dei maggiori critici letterari e poeti italiani viventi.

I versi di Marco Vetrugno, autore poco più che trentenne, giunto alla sua quinta raccolta edita, non possono lasciare il lettore indifferente. La scrittura di Vetrugno è una pratica quotidiana del vissuto, in prima persona, uno scandaglio e un microscopio del reale. Mauro Marino, in uno dei due interventi che accompagna la raccolta, sottolinea come questa poesia vada ben al di là dellʼesercizio letterario, per ricongiungersi a quel “domestico quotidiano far versi”, che accomuna lʼautore a Salvatore Toma, Antonio Verri, Ercole Ugo DʼAndrea. Secondo Luciano Pagano, nella sua poesia, Marco Vetrugno scrive dellʼEssere e della Mancanza, le sue poesie raccontano visioni che giudicano senza pregiudizio, che diventano etica della poesia nellʼattimo stesso in cui affrontano con crudezza la realtà, saltando a piè pari ogni ammiccamento di maniera; la sua scrittura ha un obiettivo estetico ben preciso, dire l’Essere e il suo cuore ravvicinato, intangibile. 49 componimenti, 49 proiettili mirati al cuore dellʼindifferenza, del quieto vivere, di tutta lʼinsensatezza dellʼoggi.

Marco-VetrugnoMarco Vetrugno è nato a San Pietro Vernotico nel 1983. Vive a Lecce.
Ha pubblicato le raccolte di versi “Poetico delirio” (Lupo, 2012), “Organismi cedevoli” (Manni, 2014), “Le mie ultime difese” (Manni, 2015). Per il Magazzino di Poesia di Spagine (a cura di Mauro Marino) è autore della raccolta “I versi del panopticon” (2014).

Proiettili di-versi” è il secondo titolo della collana di poesia di Musicaos Editore, e giunge dopo la pubblicazione di “A nuda voce. Canto per le tabacchine”, scritto da Elio Coriano. È in preparazione il terzo titolo della collana, scritto da Fernanda Filippo e intitolato “Brucia con gli occhi chiusi tutto il tuo mondo”.

Il concerto.
AR10 è il progetto artistico-cantautorale di Andrea Rizzo. «Le prime canzoni si sono scritte da sole, come urlo di non-senso per una storia d’amore finita prima dell’eternità. Le canzoni seguenti nascono accostando “casualmente” una chitarra acustica al quaderno su cui avevo annotate alcune “parole urgenti”, riflessioni che necessariamente affiorano e cercano una forma che le esprima, quando si inizia a guardare oltre, quando l’inquietudine è un dovere e l’isolamento non più il premio»

https://musicaos.org/marco-vetrugno-proiettili-di-versi-poesia-02/

Illustrazione di copertina:
Alessandra Dell’Anna Peccarisi

Interventi:
Mauro Marino, Luciano Pagano

“Proiettili di-versi”, Marco Vetrugno
Musicaos Editore, collana Poesia, 02 – isbn 9788899315412, pagine 112, €13

Informazioni
Musicaos Editore – http://www.musicaos.orginfo@musicaos.it – tel. 0836.618.232

19 Maggio 2016 – Lecce, Feltrinelli – “Ferzan Ozpetek, Edoardo Winspeare”, il nuovo libro di Vincenzo Camerino


VINCENZO-CAMERINO-Ferzan-Ozpetek-Edoardo-Winspeare-Musicaos-EditoreGiovedì 19 Maggio 2016 – Ore 19.00
Libreria La Feltrinelli
(Lecce, Via dei Templari)

“Registi a confronto”

presentazione del volume
“Ferzan Ozpetek, Edoardo Winspeare” (Musicaos Editore)
di Vincenzo Camerino

dialogano con l’autore

Raffaele Gorgoni (Giornalista, Rai)
Luciano Pagano (Editore)

Giovedì 19 Maggio 2016, alle ore 19.00, presso la libreria Feltrinelli di Lecce (Via dei Templari), si terrà l’anteprima nazionale di presentazione del nuovo lavoro del prof. Vincenzo Camerino, dedicato alla filmografia dei due registi Ferzan Ozpetek e Edoardo Winspeare, e intitolato “Ferzan Ozpetek, Edoardo Winspeare”. In questo agile volume, con una disamina critica inedita, sono trattati per intero i percorsi cinematografici dei due registi, Ferzan Ozpetek e Edoardo Winspeare, dagli esordi fino alle ultime pellicole. I due registi, secondo l’autore, sono accomunati dall’offrire un nuovo sguardo sul nostro paese, mettendo in collegamento il passato e il presente, la tradizione e il futuro.

La scrittura colta, fitta di rimandi cinematografici e letterari del professor Vincenzo Camerino, già insegnante di “Storia e critica del cinema” e “Semiologia del Cinema” presso l’Università del Salento, con molta probabilità uno degli autori più prolifici della Puglia che produce cultura, si occupa in questo pamphlet di Ferzan Ozpetek e Edoardo Winspeare. I due registi hanno “attraversato” il Salento in modo diverso, con diverse provenienze e altrettanto diverse cifre stilistiche. Le due sezioni del testo affrontano nella totalità la produzione cinematografica di entrambi. Vincenzo Camerino, in questo libro mette il punto su un percorso iniziato venti anni fa, per l’esattezza nel 1996, con la prima intervista fatta a Edoardo Winspeare per l’uscita di “Pizzicata”. Un testo che non mancherà di suscitare dibattito. Vincenzo Camerino è al terzo titolo pubblicato con Musicaos Editore, dopo “Le vele incantate del cinema e l’elogio della malinconia”, raccolta di saggi dedicata alle figure di registi politicamente controversi, da Michalkov a Almodóvar, da Jancsó a Winterbottom, passando per nomi come Mingozzi, Castellani, Dassin. L’Ozpetek-Winspeare arriva dopo un saggio dedicato all’opera di Pier Paolo Pasolini, pubblicato nel quarantennale della morte del regista.

Ingresso libero.

Info:
http://www.musicaos.org
info@musicaos.it

16 Maggio 2016 – “La corsa” di Giuseppe Sebastiano Castelluzzo a Copertino


Nell’ambito della manifestazione
IL VELIERO PARLANTE
VII EDIZIONE

LUNEDÌ 16 MAGGIO 2016 – Ore 16.30
CASTELLO DI COPERTINO

Presentazione del libro
“La corsa” (Musicaos Editore)
di Giuseppe Sebastiano Castelluzzo

dialoga con l’autore: Ornella Castellano

cover-LA-CORSA-Giuseppe-Sebastiano-CastelluzzoLunedì 16 Maggio, alle ore 16.30, nell’ambito della VII edizione de “Il Veliero Parlante”, presso il Castello di Copertino, si terrà in anteprima nazionale la prima presentazione del romanzo “La corsa”, di Giuseppe Sebastiano Castelluzzo, edito da Musicaos Editore.

Gli anni giovanili, gli studi universitari trascorsi a Siena, lʼallontanamento dai genitori, per seguire il proprio sogno di riscatto e diventare medico; la passione per la cultura enologica, che rinsalda il legame con la propria terra e il Salento; gli incontri, i personaggi straordinari e decisivi che hanno portato un ragazzo pieno di speranze a diventare un uomo; ecco gli ingredienti per un romanzo di formazione avvincente e frizzante, un insegnamento e uno sprone a inseguire sempre lʼaffetto dei cari, l’amicizia, i propri sogni.

“Alla fine del terzo bicchiere la signora, ringalluzzita come una liceale, era seduta sulle ginocchia del professore e, mentre gli sussurrava di chiamarsi Teresa, aveva azzardato: “Non sente un profumo selvaggio? Carnoso, corposo… generoso?#Questo nettare perdura in bocca intenso e imponente: è come un nudo di Rubens, voluttuoso e intrigante!”. Il professore, avrebbe voluto ribattere che sentiva sì un profumo ma di…”

Giuseppe Castelluzzo, sposato e padre di due bambine, è libero professionista con Studio Dentistico a Copertino (LE), dove si dedica all’Odontoiatria e alla Medicina Estetica. È responsabile scientifico del Centro Benessere SOLARIS, dove effettua consulenze medico-estetiche. Nel 2015 ha pubblicato “Eroici difensori di tesori sorprendenti” (Lupo Editore). Ha conseguito il diploma in sommelier ed è Degustatore Ufficiale AIS (Associazione Italiana Sommelier) È attualmente iscritto ad un Master in Odontostomatologia Forense presso l’Università degli Studi di Bari.

Ingresso libero