SABATO 30 APRILE 2011 – “La MalaMara” di Giuseppe Triarico a Squinzano (LE)


Comune di Squinzano
LUPO EDITORE

SABATO 30 APRILE 2011 – ORE 19:30
VILLA CLEOPAZZO – SALA CENACOLO

Presentazione del romanzo "La MalaMara"
di Giuseppe Triarico (Lupo Editore)

Interverranno il Sindaco Dott. Gianni Marra
L’Assessore alla Cultura Dott. Claudio Taurino

Sarà presente l’autore, GIUSEPPE TRIARICO
Modererà Luciano Pagano, scrittore

“La MalaMara” è la storia di “quelli del Paisiello”, narrata in chiave di contrappunto tra passato e presente, quasi in una corsa che ha la rapidità degli anni e l’intensità del vivere. Fausto e Rocco, Sandro e Antonia – legati da un’amicizia esclusiva e totalizzante – vivono, gioiscono e soffrono insieme, in una dimensione che credono inattaccabile ma che non li risparmia dalla solitudine, dall’irrequietezza e dal tormento.
L’insidia della MalaMara, quel misto di felicità e dolore, quel chiedere sempre qualcosa in più che in vario modo si insinua nella loro formazione, finisce col vincolarli ad un eterno presente, rendendoli adulti incapaci di confrontarsi con la realtà a viso aperto e vittime di una logica che – per eccesso di amore – si manifesta devastante.
Una storia ambientata nel Salento, ma che può essersi svolta ovunque coinvolgendo una stessa generazione e toccando gli stessi tasti, per questo intrigante quanto basta a suscitare riflessione e ad accogliere il monito rivolto a chi di quella generazione è erede.

Giuseppe Triarico, nato nel 1977 a Noci, ma è cresciuto a San Donaci. Architetto, si divide per lavoro tra il Salento e le sue terre natìe. Ama i film di Fellini e quelli con Marlon Brando. Suona la batteria in una cover band di amici. Spesso accusato di affabulazione illecita dalla prima persona a cui è dedicato questo romanzo; sottovalutato nelle abilità calcistiche dalle altre due.

Info: www.lupoeditore.com

TRENT’ANNI DI SGUARDI, DI VERSI: venerdì 29 aprile ore 21 alla Biblioteca Civica di Cornate D’Adda con i poeti AGLIECO, SACARABELLI, LORETO, VOLPE


POESIAPRESENTE 2011
Quinta stagione di poesia contemporanea

TRENT’ANNI DI SGUARDI, DI VERSI
CORNATE D’ADDA, BIBLIOTECA CIVICA
Via A. Manzoni 2 – tel. 039.6885004 – Fraz. COLNAGO

Venerdì 29 aprile ore 21.00

Corrono tra i poeti Sebastiano Aglieco (1961) e Federica Volpe (1991) trent’anni di sguardi, di versi, per imparare a guardare il mondo con gli occhi della poesia. In mezzo al mare di questo trentennio c’è la generazione dei poeti nati negl’anni Settanta; generazione, qui ben rappresentata da Rosella Scarabelli (1970) e Antonio Loreto (1975), che più delle altre ha cambiato rotta, aprendo a 360° lo spettro delle direzioni di ricerca.
Sebastiano Aglieco, vincitore nel 2004 del Premio “Montale Europa”, siciliano di nascita e da trent’anni abitante a Monza prima dell’arrivo di PoesiaPresente nel 2006 non aveva mai letto nella propria città di residenza, nonostante i molti riconoscimenti ottenuti, nonostante l’assidua attività teatrale e nonostante fosse ed è considerato uno dei poeti/blogger più attenti sul piano critico. Nella storia, (Aìsara 2009) è il suo ultimo libro; da qui riprendiamo con l’autore i fili di questo secondo approfondimento della sua opera.

Rosella Scarabellidi Cornate D’Adda e Antonio Loretodi Monza, entrambi antologizzati in “Mappa Giovane” (a cura di PoesiaPresente, Le Voci della Luna, 2010), seppur distanti per formazione e scrittura, si sono già distinti su scala nazionale per la qualità della loro ricerca poetica. La Scarabelli si è forgiata sulla poesia classica e moderna, i suoi versi richiamano alla responsabilità di pronunciare il mistero della parola, Loreto è invece partito dal seminato di Balestrini e Sanguineti per approdare anche a sperimentazioni di videopoesia.

Federica Volpe, di Carate Brianza, nonostante la sua giovane età, ha già visto i suoi versi -che vanno contromano rispetto al convenzionale senso di marcia- antologizzati in “Quattro Giovin/Astri” (Kolibris, 2010). Svolge un’intensa attività come poeta/blogger perché come lei stessa dice: “ha trovato nella poesia una buona ragione per vivere”.

(Sebastiano Aglieco nella foto di Marco Zanirato)

Brevi biobibliografie
Sebastiano Aglieco
è nato a Sortino (SR), il 29 gennaio 1961. Vive a Monza e insegna a Milano nella scuola elementare.
Ha pubblicato i seguenti libri di poesia: Minime, Lalli 1984; Grandi Frammenti, Tracce 1995; Le colonne d’Ercole, Firenze Libri 1996; La tua voce, Polena 1997, con una nota di Milo De Angelis; Giornata, La Vita Felice 2003, presentazione di Milo De Angelis, premio Montale Europa 2004; Dolore della casa, Il Ponte del Sale 2006; Nella storia, Aìsara 2009. Tutto il lavoro critico svolto in questi anni è ora raccolto in Radici delle isole, i libri in forma di racconto, La vita felice 2009 Il suo blog è Compitu re vivi (miolive.wordpress.com)
Rosella Scarabelli è nata nel 1970 a Vimercate. Vive e lavora tra Milano e la Brianza. Tra le sue pubblicazioni: L’afasico poter dire (Edizioni Pulcinoelefante, Osnago 2003), Le ragioni muliebri (Edizioni "Seregn de la memoria", Seregno 2005), Una pronuncia (pM* tipografo di poesia, Verano Brianza 2005), Sono stata via settecento anni (La Vita Felice, Milano 2007), Barricades Mysterieuses (Edizioni "Seregn de la memoria", Seregno 2007). Ha tradotto T. S. Eliot, E. Pound, J. Donne, P. Valèry, S. Mallarmé, R. M. Rilke, G. Trakl, L. de Góngora, L. Labé, M. Scève, F. Pessoa, A. Machado, R. Alberti.
Antonio Loreto è nato a Tricarico, piccolo borgo lucano, nel 1975. Vive e lavora tra Monza e Milano. Si occupa di letteratura del Novecento, e ha pubblicato saggi intorno all’opera di Amelia Rosselli, Nanni Balestrini, Luciano Bianciardi, Paolo Valera, oltre che a problemi di critica e teoria dell’avanguardia. Collabora attualmente con la rivista “Il verri”. Scrive e interpreta opere videopoetiche. Sulla sua ideale carta d’identità afferma di non essere un poeta.
Federica Volpe nasce a Carate Brianza, dove tuttora vive, il 17 maggio 1991. Ha creato il blog Semplicementepoesia (http://federicavolpe-poetry.blogspot.com/ <http://federicavolpe-poetry.blogspot.com/> ) e fondato, in collaborazione con Barbara Bracci, il sito Vir-us poesia (http://www.vir-uspoesia.beepworld.it/ <http://www.vir-uspoesia.beepworld.it/> ). Ha pubblicato con Onirica Edizioni la raccolta poetica Lembi (2010) e con Kolibris La gola del cappio, silloge presente nell’antologia Quattro giovin/astri.