Venerdì 23 novembre 2018 – Leverano – “La chiae te oru (La chiave d’oro)”, le poesie di Pino Tarantino ospiti de “I Venerdì delle Muse”


MUSICAOS EDITORE
– UNIVERSITÀ DELLA TERZA ETÀ – SALENTO
– CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI LEVERANO

per la rassegna
“I Venerdì delle Muse”

Venerdì 23 novembre 2018, ore 18.30
Biblioteca Comunale
Leverano (Via Sedile 18)

presentazione di:
“La chiae te oru (La chiave d’oro)”
(Musicaos)
Poesie di Pino Tarantino

Intervengono:
Sandrino F. Ratta
Presidente UTE Salento

Luciano Pagano
Editore

Conduce:
Maria Claudia Minerva
Giornalista de Nuovo Quotidiano di Puglia

Dialoga con l’autore:
Marcello Rolli
Sindaco di Leverano

Letture a cura di:
“Anonimi Salentini”

Musica a cura di:
“Officina della Musica”

Venerdì 23 novembre 2018, alle ore 18.30, presso la Biblioteca Comunale (Via Sedile, 18) di Leverano, si terrà un nuovo appuntamento della rassegna “I Venerdì delle Muse”, dedicata al dialogo con gli autori e le loro scritture. Verrà presentato “La chiae te oru (La chiave d’oro”, la raccolta di poesie, in dialetto salentino, edita da Musicaos Editore. L’evento, promosso da UTE, Università della Terza Età – Salento, in collaborazione con Musicaos Editore, è patrocinato dal Comune di Leverano. Condurrà la serata la giornalista Maria Claudia Minerva di Nuovo Quotidiano di Puglia, dialogherà con l’autore Marcello Rolli, Sindaco di Leverano, interverranno Sandrino F. Ratta (Presidente UTE Salento) e Luciano Pagano (Editore). Durante la serata sono previste letture delle poesie di Pino Tarantino, eseguite dal gruppo degli “Anonimi Salentini”, che saranno accompagnati da musiche a cura dell’“Officina della Musica”. Ingresso libero.

Fabio Simonelli, sul numero 342 (Novembre 2018) del prestigioso mensile Poesia, scrive così a proposito delle poesie contenute nel volume di Pino Tarantino: “Non è soltanto l’amore per le proprie radici la spinta che anima la poesia di Pino Tarantino, ma una vera e propria scelta di resistenza. Resistenza al disfacimento dei rapporti sociali di base, alla frenesia che impedisce la riflessione, a un mondo dove nessuno è colpevole e nessuno è innocente. Ripartire dai padri, o meglio ancora dai nonni, sembra voler essere la chiave che Tarantino propone per recuperare un’umanità che da diversi anni si va perdendo: La chiae te oru – La chiave d’oro è il titolo della sua ultima raccolta, scritta in dialetto leccese. La traduzione in lingua italiana è dello stesso autore”.

Pino Tarantino, nato nel 1959, a Sannicola (Le). Cresciuto in una famiglia di contadini, la cui semplicità, il rispetto e la disciplina, sono stati il collante di un percorso che lo ha portato ad amare tutto ciò che la sua terra con i suoi valori, le sue tradizioni, la sua storia, gli ha donato. Il dialetto identifica semplicemente il modo di essere, individuabile nelle persone più semplici, nelle gesta più genuine, che resistono all’avanzare di un modo di vivere frenetico dettato dalla smania di primeggiare. Sostiene l’autore: “… ho cercato di custodire in versi ciò che il tempo ci ha fatto dimenticare, come le persone, i rapporti, la cura della nostra amata terra: tutti valori che molti non sanno di possedere o fanno finta di non aver mai avuto. Mentre proprio la semplicità e la genuinità lasciateci in eredità dai nostri nonni sono una cura, in quest’epoca di freddi rapporti sociali, dove tutto è permesso e nessuno è innocente o colpevole. In sintesi, con i miei umili versi, amo identificarmi in quelle persone che hanno vissuto i periodi più belli della nostra vita e che resteranno scolpiti nel cuore di chi come me ama le proprie radici.”

Informazioni
http://www.musicaos.org
tel. 0836.618232
info@musicaos.it

Esce domani “La bambina dei salti”, di Edgar Borges. Leggi in anteprima il primo capitolo del romanzo.


Da domani sarà in distribuzione “La bambina dei salti”, il nuovo romanzo di Edgar Borges, uscito in Spagna all’inizio del 2018 e pubblicato in Italia da Musicaos Editore. Il libro sarà ordinabile in tutte le librerie e acquistabile in formato cartaceo e digitale, su tutte le piattaforme elettroniche.

Alla fine di questo post, e sulla pagina del romanzo ci sono i link per poter trovare il romanzo nel modo che preferite.
Qui di seguito, in anteprima per i nostri lettori, il primo capitolo del romanzo, “La bambina dei salti”, di Edgar Borges (traduzione di Antonio Boccardo).


Capitolo 1
Confusa

A volte Antonia passava delle ore seduta sul water; lo faceva per togliere tempo alla convivenza con suo marito. Arrivava al punto di spingere fino a espellere qualcosa; il tentativo era talmente continuato che lei tutta sembrava voler scappare dal suo stesso ventre. Dopo sette anni di dominio, negli ultimi giorni si era ribellata al marito in modo sorprendente. Quando lui la tormentava o la cercava per penetrarla, lei gli lanciava qualche verso, come una preghiera capace di liberarla da un esorcismo. Quell’uomo, per niente avvezzo alle metafore, rimaneva attonito, senza capire la vera intenzione di un’offesa del genere. Antonia aveva tentato di ribellarsi per tre volte, durante l’ultima settimana. Le prime due riuscì a scioccare quel personaggio. Però, all’alba di domenica, al terzo tentativo, l’uomo reagì. Antonia era arrivata a casa intorno alla mezzanotte; il marito la aspettava dietro la porta con un’espressione beffarda. Senza tergiversare cercò di portarsela in camera con la forza, e lei gli propinò un breve frammento della poesia “Loba” di Diane di Prima:

Lei brucia/ infuocata
la città si
illumina su di lei.

Il marito allora avanzò come se quella metafora avesse superato il limite delle offese. Piantò le unghie nelle braccia di Antonia e disse, sovrastando con la voce il dolore di lei: “Puoi inventarti tutte le maledette fantasie che vuoi, mi serve solo una carta per vincere la partita”. Antonia non seppe come, ma riuscì a divincolarsi e a correre verso il bagno. Aveva bisogno di imbrogliare quell’uomo, ma anche di prendere le distanze da se stessa. Conoscere altre storie, creare nuove identità: liberare se stessa e liberare sua figlia. Bramava la pazienza del seme di ciliegio nel venire al mondo; pensò alle piante che muoiono per rinascere. Ma lei non era un seme, né tanto meno una pianta. La sua mente era il centro di ogni confusione. Qualunque cosa facesse, nulla l’allontanava dalla percezione dei passi del marito vicino alla porta, perlomeno niente di involontario, niente che scovava nella mente o con il corpo. L’astrazione le giungeva in modo drastico, all’improvviso cadeva in una trance inaspettata, le si confondevano gli spazi in un istante. Sapeva ancora il suo nome e la sua storia, ed era cosciente del fatto che suo marito la aspettava dietro la porta per portarsela a letto. Sapeva che sua figlia si divertiva a saltare,

                    uno

                           due

                                  tre

chiusa nella sua stanza. Che la aspettava per giocare al canguro o a campana. Ma quella camera, nei momenti di conflitto, si allontanava dal bagno. Non era sempre sicura che entrambe le stanze, come spazi appartenenti a case diverse, si trovassero nelle Asturie, a Caracas o a Bogotá. La piazza, il comune, o la via al lato di casa, rappresentavano la patria dei più. Per lei, invece, erano parti individuali di un tutt’uno immaginario. Da nubile aveva vissuto in molte case, ricordava di aver spostato i libri dalla casa dei suoi genitori alla casa di suo marito. Si ricordò di aver avuto una biblioteca enorme. Dov’erano rimasti quei libri? In quale posto si trovava sua figlia, adesso? In quale città la aspettava suo marito? All’improvviso le stanze della casa diventarono punti sospesi e la vita si perse nello spazio, nel tempo.


Ibs
https://www.ibs.it/bambina-dei-salti-libro-edgar-borges/e/9788894966145

Amazon
https://www.amazon.it/bambina-dei-salti-Edgar-Borges/dp/8894966143/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1541550669&sr=8-59

Libreria Universitaria
https://www.libreriauniversitaria.it/bambina-salti-borges-edgar-musicaos/libro/9788894966145

MondadoriStore
https://www.mondadoristore.it/La-bambina-dei-salti-Edgar-Borges/eai978889496614/?

LaFeltrinelli
https://www.lafeltrinelli.it/libri/edgar-borges/bambina-salti/9788894966145

Unilibro
https://www.unilibro.it/libro/borges-edgar/la-bambina-dei-salti/9788894966145

LibroCo
https://www.libroco.it/dl/Edgar-Borges/Musicaos-Editore/9788894966145/La-bambina-dei-salti/cw376823472253341.html