Max Gazzè – Questo forte silenzio

Base terra qui tranquillità/anche se le gambe tremano/d’emozione e di quella paura/che un uomo/coraggioso. come me/non dovrebbe mai tradire/ma se verrà il momento di raccontare tutto/Non saprò spiegarvi questo forte silenzio/Non saprò spiegarvi questo forte silenzio

Da quassù la terra/è uno zaffiro a strisce bianche/camminando piano sulla buccia della luna/l’universo manda la sua ombra gelida/sui nostri corpi senza peso/lievi come anime

Vedo le traveggole di dio/che spostano il buio un po’ più in là/dove le bugie dell’uomo/vagano impazzite/prigioniere tutte della stessa/orbita sbagliata/anche questo viaggio le raggiungerà

E non saprò spiegarvi questo forte silenzio/E non saprò spiegarvi questo forte silenzio

Da quassù la terra/è uno zaffiro a strisce bianche/camminando piano sulla buccia della luna/l’universo manda la sua ombra gelida/sul nostri corpi senza peso/lievi come anime