“Ottima Musica Orrida” ovvero: non è bello ciò che è bello ma a volte è brutto ciò che piace



.
"Ottima Musica Orrida" ovvero non è bello ciò che è bello ma a volte è brutto ciò che piace

"Ottima Musica Orrida" è il titolo di un vlog (che parte da Milano), condotto da Claudio Tarantino (riprese di Claudio Mannu). L’idea di questo interessante esperimento è quella di recensire dischi oggettivamente brutti (ovviamente secondo la redazione) che però hanno avuto un successo particolare, sottolineandone i punti di forza e, soprattutto, il perché sono classificabili come dischi brutti. "La moda del lento" dei Baustelle è il disco oggetto di recensione del video che vi allego in questo post.
La prima riflessione, a margine di questo vlog, potrebbe essere costituita dal fatto che mentre per il cinema e per la musica, una critica simile è plausibile e all’ordine del giorno, nell’ambito letterario gli esperimenti simili non sono tantissimi e, visti i precedenti (vedi alla voce Carofiglio/Ostuni), gli esiti secondo me sono tutti ancora da scoprire. Auguro al gruppo di "Ottima Musica Orrida" di proseguire e spero di vedere (tanti) altri video. Anche perché di musica, sono onesto, ne capisco senza capirne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...