1993-2013 – Antonio Leonardo Verri, venti anni insieme.


antonioleonardoverri

Per ricordare la figura di Antonio Leonardo Verri, scomparso venti anni fa, il 9 maggio del 1993, ho creduto opportuno presentare i materiali, inediti o di difficile reperimento, comparsi su Musicaos relativamente alla figura di Verri, tra il 2004 e il 2007. Si tratta, per l’esattezza, di due testi di Antonio Verri, il primo “Port Bou: quasi un diario”, dai luoghi di Benjamin, un autore cruciale per le riflessioni sulla ‘frontiera’, e il secondo, “La cultura dei tao”, un testo ‘classico’ di Antonio Leonardo Verri. Poi c’è un testo mio, che raccoglie alcuni appunti sulla figura di Verri, relativamente al ‘margine’ e alle sue ultime opere. A seguire tre testi critici di Rossano Astremo, dedicati alla scrittura di Antonio Verri nei quali si percorre una lettura e un inquadramento della sua scrittura nel panorama della letteratura (non solo) italiana. Per finire il testo, sempre di Rossano Astremo, di una prima scrittura scenica tratta da “I Trofei della Città di Guisnes”, con un mio pensiero introduttivo.

Mi rendo conto, a distanza di quasi dieci anni da quando sono stati pubblicati questi pezzi, che credere in uno spazio indipendente, autonomo, aperto alle collaborazioni, senza alcun pregiudizio, non sarebbe stato possibile se non ci fossero stati esempi, vicini e tangibili, di chi è riuscito a creare, nonostante la nostra terra, spazi indipendenti, autonomi, aperti alle collaborazioni, e senza pregiudizi.

Un ringraziamento particolare, da parte mia, va a chi, nel periodo che va dal 2000 al 2004, mi è stato d’aiuto alla conoscenza e approfondimento della figura di Antonio Leonardo Verri, in particolare a Fernando Bevilacqua e Giorgio Leaci per la miniera fluviale di racconti e immagini, a Claudio “Cavallo” Giagnotti per il Fabbricante e per i percorsi in lungo e in largo, a Mauro Marino e Piero Rapanà, che sono un supporto storico, vivo, documentale, e soprattutto vitale, grazie a Fabio Tolledi e Astragali Teatro, (non solo) per le ‘fotocopie’, per i luoghi di frontiera e per i tecnosuoni. La figura di Antonio Leonardo Verri, anche grazie alle  testimonianze pubblicate con il contributo di Maurizio Nocera e agli interventi critici di Antonio Errico, Francesco Saverio Dodaro, Luigi Chiriatti, non sarebbe stata la stessa se percepita al di fuori di questo sentimento di pathos epico, etico, etnico, aurorale, creativo, imaginifico, che ammanta l’autore di Caprarica e che, sul finire degli anni Novanta, a distanza di pochi anni dalla sua scomparsa, era un tuttuno con la sua persona, ancora presente, viva nel ricordo, come quella di un amico che si era allontanato da tavola appena prima del caffè, con una scusa di poco conto, lasciando i suoi compagni, pure abituati alle sue uscite, più basiti del solito. Uno dei ricordi che conservo, insieme a tutti quelli che si affastellano, è quello di un pomeriggio, trascorso con il professor Ennio Bonea, sulla “collinetta” di Torre Sant’Andrea, per la presentazione del numero dei Quaderni del Fondo Moravia di Toni Maraini (01/2002), che ospitava proprio “La cultura dei Tao”, insieme a un approfondimento della figura di Antonio Leonardo Verri; un momento in cui tutto, pur così distante e incomprensibile, sembrava avvicinarsi al reale, nel sapore di un “incontro mancato”.

Buone letture.

§

Antonio Leonardo Verri – “Port Bou: quasi un diario”, in “Luoghi di frontiera” a cura di Antonio L. Verri, copyright Erreci Edizioni, Maglie, 1991, (pagine 185-199 di 224)
[Musicaos – Anno 4. Numero 25 – Febbraio/Marzo 2007]

http://www.musicaos.it/interventi/2007/marzo/antonioverri_portbou_quasiundiario.pdf

§

Antonio Leonardo Verri – “La cultura dei tao”
[Musicaos – Anno 2 – Numero 18 – Giugno 2005]

http://www.musicaos.it/testi/2005/giugno/antonioverri.htm

§

Luciano Pagano – Un fato malinconico, appunti per un discorso su Antonio L. Verri
[Musicaos – Anno 4. Numero 25 – Febbraio/Marzo 2007]

http://www.musicaos.it/interventi/2007/marzo/252_verri_pagano.htm

§

Rossano Astremo – “Antonio Verri: Postmodern / Postmortem”
[Musicaos – 2005]

http://www.musicaos.it/interventi/2005/136_verri_astremo.htm

§

Rossano Astremo – “Antonio Verri: La trilogia finale, spingere la prosa liricamente nel magma indistinto del linguaggio, dissolvendo l’intreccio”
[Musicaos – 2005]

http://www.musicaos.it/interventi/2005/70_verri.htm

§

Rossano Astremo, RIFLETTERE SU LIBRI SCOMPARSI
I trofei della città di Guisnes di Antonio Verri
[Musicaos – 2004, pubblicato su Pulp del Gennaio 2004]

http://www.musicaos.it/critica/04_astremo.htm

§

Rossano Astremo, “L’esercito delle marionette stanche, ovvero il giorno in cui caddero in frantumi i trofei della putrida città di Guisnes” (prima stesura)
[Musicaos – 2004]

http://www.musicaos.it/testi/luglio/astremo.htm

(foto, elaborazione digitale di una foto di Fernando Bevilacqua)

Annunci

2 Comments Add yours

  1. orodedeoro ha detto:

    Gran bel blog il tuo sai? ;) Lo so che lo sai!

    1. luciano pagano ha detto:

      :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...