Come pubblicare 1000 post sul proprio blog letterario, resistere agli assalti dell’ignoranza e dell’oblio e, nonostante tutto, continuare a crederci.


Questo è il mio post numero 1000.
Grazie a chi mi legge.
A dire il vero gli articoli sono molti di più, perché qui è proseguita l’avventura di Musicaos.it, che dal 2004 al 2006 somigliava più a una rivista che a un blog. Questo blog ha vissuto tante fasi, prima di arrivare alla sua forma attuale, quella cioè dove continuo a scrivere di quel che mi pare e pubblicare le cose che preferisco, segnalando e postando articoli o interventi, anche non miei. Al momento la prima parola che mi viene in mente, ancora, è grazie. Fanculo ai Maya, anche perché ai miei lettori, nel 2013, riserverò un po’ di sorprese. Con un ringraziamento particolare a tutti coloro che in questi anni mi hanno aiutato e mi aiutano a far uscire queste parole dalla rete e a farle andare nel mondo.

Ecco l’elenco dei miei post più letti, secondo le statistiche, di questi ultimi 7 anni:

Il giardino di fuoco

Questo lo scrissi per il Numero 6 di Vertigine, “Politicamente scorretto”, curata da Rossano Astremo

Il codice dei vinti. Su “Il contagio” di Walter Siti

Questo è un intervento recensione sul romanzo di Siti, qualcuno dice di averlo avvistato nella bibliografia di un libro pubblicato da Stilo, una monografia su Siti, per l’appunto

Post coitum omne animal triste est

Questo è un articolo un po’ amarcord che scrissi quando mi accorsi che alla voce “call-center”, nella Treccani Digitale (ed. 2008), tra i romanzi veniva citato il mio “Re Kappa”. A dire il vero credo che l’articolo sia molto letto perché su google sono uno dei pochi che ha citato questo proverbio nella versione corretta.

Rivedere “Palombella rossa”

Questo lo scrissi come rilettura del capolavoro di Moretti a ridosso delle votazioni del 2008. Collaborando con “Il Paese Nuovo” e Mauro Marino mi sono sempre emozionato, ma mai come quando aprendo il giornale vidi queste oltre 20.000 battute pubblicate tutte insieme su due pagine.

Limiti emissioni diossina presso il centro siderurgico ILVA di Taranto

Una lettera stranamente attuale di Nicolino Sticchi e Vittorio Potì indirizzata alla Provincia, il 31 ottobre del 2008.

Segnalazione – Voi siete qui, book party

Il party di presentazione del libro Minimum Fax dove c’è finita dentro anche Musicaos.it

comunque negli archivi ce ne sono altri, di interessanti.
Buona lettura!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...