Hai sentito il battito?


Giovanni Padrenostro Hai sentito il battito? L'illuminazione della toilette è tenue, ombre ritagliano ampi spazi sulle pareti scalcinate, allungando e distorcendo come candele confuse i loro confini, aprendosi come soffice venatura verso invisibili punti; ho l'impressione di aver strappato gli incubi al mio sonno inquieto. Il mio viso, abilmente imitato dalla trasparenza dello specchio, è …