Giuseppe Calogiuri


Giuseppe Calogiuri (1978) è nato a Lecce e qui vive a metà strada tra una colonna romana ed un campanile barocco. Avvocato specializzato in diritto della proprietà intellettuale, giornalista e musicista, ha esordito nella narrativa nel 2005 con il racconto noir “Una buona giornata” (premio “Corto Testo”) pubblicato nell’antologia “Corto-Testo. Istantanee sulla città” (Edita, 2005).

Sui banchi del liceo ha dato vita al personaggio di Michelangelo Romani, protagonista dei gialli “Tramontana” e “Cloro” (Lupo Editore) ed è tra gli autori che hanno prestato la propria penna tra le pagine della raccolta “Una frisella sul mare” (Lupo Editore). Nel 2016 pubblica la monografia “The Doors – In direzione del prossimo whiskey bar” per la collana saggi dei Quaderni del Bardo, tradotto nel 2018 per il mercato librario musicale brasiliano con il titolo “The Doors – Em direção ao próximo bar de whisky: Com discografia atualizada”. Per Musicaos Editore pubblica nel 2019 i racconti brevi de “Il Macellaio”, spin-off tratti dall’universo narrativo di “Indelebile”.

Il suo singolare lessico letterario è oggetto di studio nel manuale universitario “Puglia in noir” (prof.ssa Maria Carosella, Società di Storia Patria per la Puglia, 2013) adottato della cattedra di Linguistica Italiana dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, accanto a Gianrico Carofiglio, Donato Carrisi e Omar Di Monopoli. Scrive i suoi romanzi con una vecchia Adler e su ogni pezzo di carta gli capiti tra le mani.

Fotografia dell’autore: Francesco Sambati